Lavoro e Welfare

Il Corso intende offrire agli studenti una formazione di livello avanzato finalizzata ad affrontare le diverse problematiche di natura economica che emergono nel campo del Lavoro e del Welfare negli scenari economici attuali e futuri.
L'obiettivo è quello di fornire gli strumenti e le competenze di teoria economica, di
organizzazione aziendale, di metodi quantitativi e di natura giuridica che consentano di
analizzare e interpretare le specifiche dinamiche e gli specifici problemi emergenti in
questi campi. Tali competenze saranno sviluppate in un’ottica integrata e
multidisciplinare per fornire gli strumenti concettuali necessari a comprendere e
dominare i fenomeni e le dinamiche economiche, relazionali ed istituzionali legate al
Lavoro e Welfare. Le competenze acquisite nel Corso consentiranno al laureato di
svolgere impegni professionali di ricerca, di progettazione, di consulenza e di
responsabilità di alto livello nell’ambito dei problemi del Lavoro, così come incarichi di
alto livello nel campo delle relazioni industriali, della rappresentanza degli interessi
collettivi di imprese e lavoratori, dei sistemi di welfare pubblico e privato, dello sviluppo
delle risorse umane e del funzionamento delle istituzioni e degli organismi deputati al
governo del mercato del lavoro.
Il raggiungimento di tali obiettivi è ottenuto attraverso un percorso didattico che prevede
innanzitutto l'acquisizione di una solida preparazione avanzata concernente la
microeconomia e la macroeconomia del Mercato del Lavoro, gli aspetti giuridici del
Mercato del Lavoro e le tecniche di analisi statistico/quantitative.
Successivamente si affronteranno le discipline più specificamente legate all'economia
delle relazioni industriali, all'organizzazione aziendale e alla gestione delle risorse umane,
all'economia del Welfare State, al sistema giuridico della sicurezza sociale, alla Crescita
Economica e al ruolo in essa dell'accumulazione del Capitale Umano.
Il piano didattico prevede quindi, nei due anni, l'approfondimento progressivo di
discipline connesse ai diversi aspetti delle dinamiche del mercato del lavoro, aprendosi
alla dimensione europea delle strategie per l'occupazione e ai contributi di diverse
discipline necessarie a comporre una visione integrata e interdisciplinare delle
problematiche del mercato del lavoro.
Attraverso le opzioni consentite tra gli insegnamenti di ciascun SSD e attraverso la scelta
delle attività seminariali, delle esercitazioni, dei project works, dei laboratori di didattica
improntata alla tecnica del learning by doing e degli eventuali tirocini, gli studenti avranno
l'opportunità di accentuare l'approfondimento delle tematiche specifiche verso le quali si
sentono più portati anche in vista della futura attività professionale
Link identifier #identifier__5724-1Link identifier #identifier__122572-2Link identifier #identifier__31445-3Link identifier #identifier__84350-4

OBIETTIVI
OBIETTIVI
Funzioni direttive e di ricerca avanzata in ambito del Mercato del Lavoro, delle politiche sociali e delle relazioni industriali.
Specialisti nella programmazione delle politiche attive del lavoro e nella gestione delle politiche sociali.
Consulenti del lavoro e delle risorse umane.
Esperti in relazioni industriali.

La Laurea Magistrale in "Mercato del Lavoro, Relazioni Industriali e sistemi di Welfare" è orientata verso i seguenti
sbocchi professionali:
a) analisi delle dinamiche del Mercato del Lavoro; elaborazione e gestione delle Politiche del Lavoro; in particolare:
- ricercatori presso Centri di Ricerca e istituzioni pubbliche e
private,
- analisti con funzione di supporto conoscitivo per i "policy
makers" e per la "governance" del Mercato del Lavoro,
- consulenti, progettisti e responsabili delle politiche attive del
Lavoro, della formazione e dello sviluppo del Capitale Umano,
Stampato il 08/04/2009
- esperti in valutazione delle Politiche del Lavoro
b) Relazioni Industriali e gestione delle Risorse Umane; in particolare:
- ricercatori presso istituzioni pubbliche e private,
- responsabili delle Relazioni Industriali presso le aziende
pubbliche e private e presso le organizzazioni dei lavoratori
- responsabili della gestione del personale presso aziende pubbliche
e private,
- valutatori dei fabbisogni professionali e progettisti di percorsi
formativi in aziende e istituzioni pubbliche e private
- consulenti del lavoro
c) "Welfare State" e Politiche Sociali; in particolare:
- ricercatori nel campo dello Stato Sociale e della Previdenza,
- progettisti di politiche sociali e sistemi di Welfare,
- responsabili e consulenti della Previdenza e delle Politiche
Sociali.
Il Corso intende offrire agli studenti una formazione di livello avanzato finalizzata ad affrontare le diverse problematiche di natura economica che emergono nel campo del Lavoro e del Welfare negli scenari economici attuali e futuri.
L'obiettivo è quello di fornire gli strumenti e le competenze di teoria economica, di organizzazione aziendale, di metodi quantitativi e di natura giuridica che consentano di analizzare e interpretare le specifiche dinamiche e gli specifici problemi emergenti in questi campi. Tali competenze saranno sviluppate in un’ottica integrata e multidisciplinare per fornire gli strumenti concettuali necessari a comprendere e dominare i fenomeni e le dinamiche economiche, relazionali ed istituzionali legate al Lavoro e Welfare. Le competenze acquisite nel Corso consentiranno al laureato di svolgere impegni professionali di ricerca, di progettazione, di consulenza e di responsabilità di alto livello nell’ambito dei problemi del Lavoro, così come incarichi di alto livello nel campo delle relazioni industriali, della rappresentanza degli interessi collettivi di imprese e lavoratori, dei sistemi di welfare pubblico e privato, dello sviluppo delle risorse umane e del funzionamento delle istituzioni e degli organismi deputati al governo del mercato del lavoro.
Il raggiungimento di tali obiettivi è ottenuto attraverso un percorso didattico che prevede innanzitutto l'acquisizione di una solida preparazione avanzata concernente la microeconomia e la macroeconomia del Mercato del Lavoro, gli aspetti giuridici del Mercato del Lavoro e le tecniche di analisi statistico/quantitative.
Successivamente si affronteranno le discipline più specificamente legate all'economia delle relazioni industriali, all'organizzazione aziendale e alla gestione delle risorse umane, all'economia del Welfare State, al sistema giuridico della sicurezza sociale, alla Crescita Economica e al ruolo in essa dell'accumulazione del Capitale Umano.
Il piano didattico prevede quindi, nei due anni, l'approfondimento progressivo di discipline connesse ai diversi aspetti delle dinamiche del mercato del lavoro, aprendosi alla dimensione europea delle strategie per l'occupazione e ai contributi di diverse discipline necessarie a comporre una visione integrata e interdisciplinare delle problematiche del mercato del lavoro.
Attraverso le opzioni consentite tra gli insegnamenti di ciascun SSD e attraverso la scelta delle attività seminariali, delle esercitazioni, dei project works, dei laboratori di didattica improntata alla tecnica del learning by doing e degli eventuali tirocini, gli studenti avranno l'opportunità di accentuare l'approfondimento delle tematiche specifiche verso le quali si sentono più portati anche in vista della futura attività professionale.
L’iscrizione alla Laurea Magistrale è subordinata alla verifica del possesso di requisiti curriculari e
dell’adeguatezza della preparazione personale specificati sotto, inoltre per frequentare
proficuamente il corso di Laurea Magistrale è necessario avere acquisito adeguate conoscenze delle
discipline di area aziendale, economica, giuridica e matematico-statistica.
Il CdS è ad accesso libero e per essere ammessi occorre essere in possesso di una laurea o di un
diploma universitario di durata triennale o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto
idoneo secondo la normativa vigente.


In particolare:

1. Requisiti curriculari minimi
A. Avere conseguito la Laurea in una delle seguenti classi o possedere altro titolo di studio
conseguito all'estero, riconosciuto idoneo:
ex D.M. 270:
• L-33 Scienze economiche
• L-18 Scienze dell'economia e della gestione aziendale
ex. D.M. 509/99:
• classe 28 (scienze economiche)
• classe 17 (scienze dell'economia e della gestione aziendale)
• una laurea di durata quadriennale equivalente.
B. Nel caso in cui il candidato abbia conseguito una laurea afferente a una classe diversa,
rispetto a quanto indicato sopra, è richiesto il possesso dei seguenti settori scientifico - disciplinari:
- almeno 12 CFU nel SSD SECS P/01 e/o SECS P/02 e/o SECS P/03 e/o SECS-P/06;
- almeno 6 CFU nel SSD SECS S/01 e/o SECS S/03 e/o SECS S/04 e/o SECS S/06;
- almeno 6 CFU nel SSD IUS/01 e/o IUS/04 e/o IUS/07 e/o IUS/09.
Nel caso in cui il candidato non sia in possesso dei settori scientifico – disciplinari indicati sopra,
dovrà recuperarli prima dell'immatricolazione esclusivamente con il sostenimento di corsi singoli (di
livello triennale) presso questo o altri Atenei.
C. È richiesta inoltre la conoscenza della lingua inglese a livello B2, se non posseduta al
momento dell’immatricolazione il candidato dovrà sostenerla obbligatoriamente nelle “Altre
Attività Formative” previste dal corso di studio. L'elenco delle certificazioni ammesse e delle
casistiche di esonero sono disponibili nella pagina web dedicata (http://www.cla.uniroma3.it/).


2. Preparazione personale
In caso di possesso dei requisiti sopra riportati, per immatricolarsi al corso di studio, lo studente
deve altresì sostenere una prova di verifica (colloquio) tesa a verificare la sua personale
preparazione. Sono esonerati dal sostenere la prova di verifica (colloquio) della personale
preparazione gli studenti che abbiano conseguito la laurea con voto non inferiore a 90/110 o una
votazione media degli esami sostenuti non inferiore a 24/30 nel caso di studenti non ancora laureati
al momento della presentazione della domanda.


Il laureato magistrale avrà una rigorosa e approfondita conoscenza delle discipline macroeconomiche e del
funzionamento del mercato del lavoro. Inoltre avrà una perfetta conoscenza del contesto giuridico-istituzionale
all'interno del quale il mercato del lavoro opera al fine di comprendere pienamente le politiche economiche rilevanti
e la loro implementazione. Svilupperà quindi la capacità di elaborare e applicare idee originali e scientificamente
fondate in questi campi. Infine sarà in grado di padroneggiare strumenti statistici e matematici adeguati per
risolvere e analizzare i complessi problemi dell'economia moderna, in un contesto di ricerca interdisciplinare e di
applicazione pratica attraverso suggerimenti di "policy".
Tali capacità e tali conoscenze saranno raggiunte attraverso una serie di strumenti, e precisamente: la
partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni e seminari; lo studio autonomo dello studente, l'accesso a materiali
didattici comprendenti manuali di difusione internazionale,rapporti di ricerca di istituzioni nazionali e internazionali,
documenti statistici di fonte Istat, Eurostat e Ocse. La verifica dei risultati di apprendimento avviene principalmente
attraverso esami scritti e orali ed esposizioni orali. La conoscenza delle discipline oggetto di studio all'interno di questa Laurea Magistrale consentirà al laureato magistrale di valutare le politiche economiche atte a risolvere i problemi del lavoro nelle sue diverse sfaccettature e
di interpretarne le dinamiche.
A tal fine il laureato svilupperà:
- la capacità di applicare le conoscenze conseguite alla comprensione e all'interpretazione di tutti gli aspetti
complessi relativi al funzionamento dei mercati del lavoro, delle relazioni industriali e dei sistemi di welfare anche in
contesti inediti;
- la capacità di applicare le conoscenze per affrontare con padronanza le diverse problematiche gestionali
necessarie a ricoprire con professionalità ruoli operativi nei campi suddetti;
- la capacità di interagire efficacemente con diversi partners per lavorare in gruppo;
- la capacità di svolgere ricerca applicata di elevata qualità.
Gli strumenti per raggiungere tali capacità saranno: la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale
sollecitata dall'attività in aula; la realizzazione di specifici studi di casi; lo svolgimento di esercitazioni, la ricerca
bibliografica, la realizzazione di "project works" predisposti individualmente o in gruppo nell'ambito delle varie
attività formative oltre che nella preparazione della prova finale.
Le verifiche del raggiungimento di tali risultati assumeranno la forma di esami scritti, orali, relazioni seminariali,
presentazione e discussione di "project works" ed esercitazioni.

Autonomia di giudizio
La preparazione conseguita dal laureato magistrale gli fornirà la capacità di formulare valutazioni autonome e indipendenti dei problemi che si pongono nel complesso mondo dell'economia moderna e del mercato del lavoro in particolare, anche in presenza di informazione incompleta. Egli avrà inoltre la capacità di formulare nuove idee, individuare istituzioni e politiche sociali innovative, ed elaborare giudizi di merito che includano la riflessione sulle
responsabilità sociali ed etiche degli agenti economici operanti nel mondo del lavoro. Il percorso formativo di questa laurea magistrale condurrà allo sviluppo di tali capacità principalmente attraverso l'elaborazione di brevi saggi personali attinenti alle problematiche del mondo del lavoro, attraverso le esercitazioni di raccolta ed interpretazione di dati di rilevanza economica, attraverso lo svolgimento di progetti individuali e di gruppo assegnati dai docenti in funzione dello sviluppo delle capacità decisionali e di giudizio nonchè delle capacità critiche. La stessa attività di preparazione della prova finale offre occasioni significative per lo sviluppo di tali capacità.
Le forme di verifica vanno dalla realizzazione di presentazioni in attività seminariali alla valutazione del grado di
autonomia durante tutta l'attività didattica e la preparazione della prova finale, alla argomentazione e discussione pubblica dei projet works individuali o di gruppo.
Abilità comunicative
La società moderna richiede molte abilità comunicative, e ciò è particolarmente vero nel complesso mondo delle relazioni industriali, del mercato del lavoro e dei sistemi di welfare. Perciò il laureato che avrà compiuto il percorso formativo di questa laurea magistrale:
- saprà esporre in forma scritta e orale, in modo efficace e con un linguaggio adeguato, a diversi interlocutori, le
propri conclusioni riguardanti studi, analisi e progetti;
- saprà redigere autonomamente relazioni tecniche ed interpretare relazioni redatte da altri sviluppando
adeguatamente un confronto tra le diverse posizioni;
- saprà raccogliere e interpretare i dati rilevanti rispetto ai problemi affrontati e saprà comunicare efficacemente tali
dati e informazioni a interlocutori specialisti e non specialisti, anche facendo uso di strumenti multimediali.
Tali abilità comunicative scritte e orali saranno sviluppate e verificate nelle attività formative che prevedono la
preparazione di relazioni e documenti scritti e l'esposizione orale dei medesimi.Le modalità di verifica includono
inoltre lo svolgimento di colloqui individuali, la discussione di progetti, le attività di esercitazione in aula. Inoltre, l'attività di verifica avrà luogo anche nell'ambito della redazione della prova finale e della discussione della stessa davanti ad una commissione.
Capacità di apprendimento
Il percorso di studio di questa Laurea Magistrale farà si che il laureato
- possegga le conoscenze avanzate necessarie per l'analisi e l'interpretazione dei processi del mercato del lavoro
nel contesto delle dinamiche macroeconomiche e delle funzioni di comportamento microfondate;
- possegga gli strumenti analitici e le appropriate metodologie di apprendimento per approfondire e aggiornare in autonomia le proprie conoscenze;
- sia in grado di sviluppare propri progetti di ricerca e di focalizzare efficacemente la propria attività sulle problematiche della progettazione e della implementazione delle strategie operative in materia di mercato del lavoro, relazioni industriali e sistemi di welfare.
- possegga le necessarie capacità di apprendimento per intraprendere, con un alto grado di autonomia, studi di livello superiore (Dottorato di Ricerca o Master Universitario di II livello) nonchè per aggiornare e migliorare in modo continuo le proprie competenze.
Tali capacità di apprendimento sono conseguite nel percorso di studio nel suo complesso, con riguardo particolare allo studio individuale previsto e alla preparazione di progetti individuali. Inoltre tali capacità sono anche sviluppate nella preparazione della dissertazione finale.
La capacità di apprendimento viene valutata attraverso forme di verifica continua durante le attività formative, con particolare attenzione alla presentazione di dati reperiti autonomamente e alla capacità di elaborarli ed interpretarli.
La prova finale consiste nella discussione, dinanzi ad una apposita commissione, di una tesi di laurea redatta sotto la guida di un docente relatore e supervisionata da un correlatore.
La tesi qualifica in modo significativo il percorso formativo e tratta un argomento riconducibile alle discipline che caratterizzano il curriculum dello studente.
L'elaborato e la relativa discussione dovranno dimostrare che il candidato abbia acquisito la padronanza degli strumenti analitici appresi nel corso di studio e abbia sviluppato le capacità di interpretare i fenomeni e la letteratura con spirito critico e con contributi di originalità, approfondendo gli aspetti teorici e/o applicativi e/o di natura empirica dell'argomento prescelto.
La tesi è redatta in lingua italiana o inglese.
Informazioni utili
Informazioni utili

soddisfazione degli studenti